Speciale 50°

Alcune date che hanno segnato momenti forti della vita della Parrocchia

 

13 gennaio 1964: S. Ecc. Mons. Tommaso Leonetti, con Decreto Vescovile, fonda la nuova Parrocchia di “S. Simmaco Vescovo” in S. Maria C.V.

 

28 ottobre 1986: con Decreto Vescovile di S. Ecc. Mons. Luigi Diligenza, la Parrocchia “S. Simmaco Vescovo” viene dedicata a S. Paolo Apostolo.

 

29 maggio 1988: al termine del Mese di Maggio, la nuova immagine della Madonna, per le mani di S. Ecc. Mons. Luigi Diligenza, viene incoronata Regina. L’evento è preparato da Mons. Bruno Forte, oggi Arcivescovo di Chieti-Vasto.

 

16 gennaio 1994: tenendo presente l’ambiente agricolo del Rione e facendo affidamento sulla grande disponibilità di tutti gli agricoltori della Città, si celebra una grande festa dell’agricoltore, per sensibilizzare le autorità alle esigenze della categoria.

 

Dal 2001, quando l’Amministrazione Comunale della Città ha dato alla Parrocchia il diritto di superficie ad uno spazio ampio adiacente alla Parrocchia, si è lavorato senza sosta per offrire a ragazzi, giovani e adulti strutture idonee per sostare, giocare, incontrarsi per costruire rapporti di familiarità che servono alla conoscenza reciproca e alla costruzione della comunità, nonché ai ragazzi per vivere ore di sano svago, attraverso lo sport, il canto, il teatro e quant’altro l’inventiva ci dà opportunità di costruire.

 

24 settembre 2011: dopo un periodo di chiusura, la Chiesa riapre le sue porte alla comunità, dopo aver realizzato una ristrutturazione globale dell’edificio e un ampliamento per venire incontro, soprattutto nei momenti forti liturgici, alle esigenze della comunità che via via va crescendo in numero e partecipazione alla vita della Parrocchia.

 

C’è ancora tanto da fare. Gli anni che la Provvidenza ancora ci conserva e che ci dà opportunità di vivere, certamente saranno da noi tutti impegnati per continuare il duplice lavoro: costruire la Chiesa di Cristo con le pietre vive che siamo noi e con la muratura per offrire ai fedeli strutture di servizio sempre più adeguate.

DON PIERINO